SOSTIENI ASFmenu
Casa famiglia a Daloa
stato avanzamento: concluso
tipologia cooperazione: coop. internazionale
beneficiari: ragazzi di strada tra i 12 e i 18 anni
tag: Africa, cooperazione internazionale, tecnologie appropriate, bamboo, terra cruda
AMPLIAMENTO DELLA CASA DI ACCOGLIENZA PER LA COMUNITA' C.E.P.M. (Communauté Enfants Padre Maurizio)
Costa D'Avorio
 
CONTESTO SOCIALE, CULTURALE, GEOGRAFICO
L'area di progetto si trova nella periferia sud est di Daloa, città di circa 262.000 abitanti (la terza per popolazione della Costa d'Avorio) a 140 km da Yamoussokro, capitale della Nazione. Il contesto urbano é prevalentemente residenziale, con quartieri informali nelle immediate vicinanze; appena al di fuori dell'area urbanizzata, il territorio é in parte sfruttato per l'agricoltura e per lo più coperto dalla  foresta tropicale. La Diocesi di Daloa ha messo a disposizione il terreno per l'ampliamento della Casa di accoglienza per bambini e ragazzi di strada, adiacente all'edificio dove oggi é ospitata, privo di spazi e attrezzature comuni e con servizi igienici all'aperto.

FASI DI REALIZZAZIONE
PRIMA FASE
Nel 2017 è stata realizzata la prima fase del progetto di ampliamento per la casa di accoglienza, con la costruzione di un edificio che ospita gli spazi collettivi di aggregazione diurna (sala comune per pranzo e studio, cucina con dispensa e deposito), un blocco di servizi igienici e le prime sistemazioni esterne dell’area, incluse le reti dei sottoservizi.
Nello stesso periodo è stata portata a termine la riqualificazione del sistema water&sanitation con i seguenti interventi:
*realizzazione di un pozzo profondo per garantire l'approvvigionamento di acqua pulita e rendere autonoma la Comunità nell'accesso all'acqua, consentendone inoltre l'ampliamento con un aumento della capacità di accoglienza fino a 28 ragazzi (complessivamente circa  300 persone potranno beneficiare dell’azione, considerando oltre alla Comunità 60 famiglie del quartiere che potranno usufruire del pozzo in caso di mancanza d'acqua).
* un sistema di raccolta e riciclo dell’acqua piovana, che verrà utilizzata per l'irrigazione degli spazi aperti e degli orti
* un sistema di raccolta e smaltimento delle acque reflue. 
Contemporaneamente alla realizzazione del pozzo è stata svolta un'attività di educazione all'igiene personale e ambientale e sensibilizzazione dei ragazzi della Comunità all'uso dell'acqua e delle risorse naturali.
SECONDA FASE
La seconda fase del progetto prevede la costruzione di altri due edifici: il primo ospiterà le stanze per operatori e volontari e il secondo un luogo di preghiera per la Comunità. È inoltre previsto il rifacimento del blocco servizi esistente nel lotto adiacente dove vivono attualmente i ragazzi della Comunità e la valorizzazione degli spazi aperti.
 
OBIETTIVI/RISULTATI
Il progetto complessivo ha come obiettivo il miglioramento delle condizioni di vita dei ragazzi ospitati all'interno della Casa di accoglienza (che costituisce una delle 3 strutture di riferimento per i Servizi Sociali e il Tribunale dei Minori presenti a Daloa), attraverso la realizzazione di nuovi edifici e la dotazione di infrastrutture igienico-sanitarie adeguate, consentendo inoltre l'ampliamento della struttura con un aumento della capacità di accoglienza fino a 28 ragazzi (con un totale complessivo di 40 persone  previste alla massima capienza, considerando anche gli operatori e i volontari).ù
L’intervento é organizzato intorno a un grande spazio collettivo dedicato al gioco, (dove sarà realizzato il campo da calcio/basket) che costituisce il nucleo centrale del progetto,  per il suo significato simbolico e il suo valore pedagogico come attività socializzante e di squadra.
Il progetto è stato  realizzato con  l'utilizzo di tecnologie costruttive semplici, di basso impatto ambientale e facilmente replicabili, con materiali reperibili in loco: in particolare blocchi di terra cruda e bamboo, con un'essenza spontanea utilizzata nei villaggi rurali che offre ottime prestazioni statiche ed è stata impiegata sia come elemento strutturale (per la copertura) che nei sistemi di chiusura perimetrale.
Questa scelta ha consentito inoltre di trasmettere alla mano d'opera locale le conoscenze  per costruire con  tecnologie semplici e replicabili, sfruttando le risorse naturali presenti sul territorio e ottimizzando le condizioni di comfort abitativo.
 

STATO
prima fase completata
BENEFICIARI
minori senza famiglia tra i 12 e i 18 anni
LUOGO
Costa D'Avorio, Daloa
PERIODO
2014-2017
PARTNERS
Gruppo di volontari italiani
Diocesi di Daloa
Vispe
AVSI Côte d'Ivoire


FINANZIATORI
Vispe

    • top